La prima festa del cappelletto in piazza a Ravenna: coni da passeggio a 5 euro

Tra i protagonisti anche la vincitrice di Masterchef Erica Liverani

Venerdì 13 (dalle 18 alle 24), sabato 14 (dalle 11.30 alle 24) e domenica 15 maggio (dalle 11.30 alle 22) va in scena a Ravenna, in piazza del Popolo, la prima Festa del cappelletto. Il re della gastronomia romagnola per l’occasione sarà presentato in una versione inedita, “da passeggio”, a 5 euro a porzione, con coni in materiale biodegradabile. Un omaggio a un simbolo che unisce un po’ tutta la Romagna, con le debite differenze: i cappelletti di questa festa sono infatti ripieni rigorosamente di formaggio, come vuole la ricetta ravennate.

La tshirt di Bonobolabo in vendita durante la festa

Durante la tre giorni si potranno gustare i cappelletti al ragù di dieci ristoranti ravennati (Antica Bottega di Felice; I Furfanti; Verdebio; Battibecchi; I Passatelli del Mariani; Al 45; Cappello; Corte Cabiria; La Gardela; Radicchio Rosso) ma anche nuove versioni condite a sorpresa dagli chef. E molti ristoratori inviteranno a gustare i loro cappelletti in brodo, offrendo un buono sconto per la consumazione in ristorante valido fino al 30 novembre.

A omaggiare il cappelletto, nel pomeriggio di sabato 14 maggio, alle 16, ci sarà anche Erica Liverani, vincitrice di Masterchef 2016, che preparerà i suoi cappelletti in piazza del Popolo assieme ai suoi fan; in serata, nella vicina Piazza dell’Unità d’Italia, si potrà assistere gratuitamente al concerto del coro lirico Calamosca-Mariani, che si esibirà alle 21.

Direttamente dai laboratori di Bonobolabo di Marco Miccoli – spazio dedicato alla vendita di skateboard e a esposizioni artistiche in via Centofanti – sarà stampata infine la prima t-shirt dedicata al “Divin Cappelletto”, realizzata dall’illustratore Alessandro Ripane e messa in vendita in esclusiva per questa occasione.

La festa è promossa da Confcommercio e Confesercenti.

Articolo pubblicato su www.ravennaedintorni.it

L’Antico Porto, la Cripta e i Giardini pensili, il Museo Tamo: gli eventi della primavera di RavennAntica

L’Antico Porto, la Cripta e i Giardini pensili, il Museo Tamo: gli eventi della primavera di RavennAntica Eventi a Ravenna
Dal 12/03/2016 al 05/06/2016

L’Antico Porto, nel primo anno della sua apertura primaverile, sta registrando numerose prenotazioni da parte di scolaresche e gruppi archeologici attratti da uno dei più importanti scali portuali del mondo romano e bizantino, sviluppato in prossimità della grande Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

Il parco desta grande attenzione e curiosità anche nei ravennati e turisti delle località balneari che, nelle calde serate estive, potranno godersi gli scorci antichi e le splendide vedute dal tramonto fino a tarda sera, perchè la particolarità del sito archeologico, in estate, sarà infatti quella di essere visitabile quando tutti gli altri monumenti della città chiudono i battenti.

Tra le novità di quest’anno, si segnala che sabato 23 e 30 aprile e sabato 7 e 14 maggio, alle ore 16, sono in programma gli Appuntamenti di primavera all’Antico Porto per grandi e piccini! L’iniziativa prevede una visita guidata per adulti e un laboratorio didattico per bimbi da 6 a 11 anni con, a seguire, merenda per i più piccoli e aperitivo per i grandi, in collaborazione con Hotel Ristorante Classensis.

Dal 27 giugno al 12 agosto, la rassegna L’Antico Porto al chiaro di Luna, che prevede aperture serali (a partire dal 6 giugno), proporrà un variegato programma di eventi rivolto a tutte le fasce di visitatori: visite guidate, conversazioni, degustazioni, musica e laboratori ludico-didattici per famiglie con bambini.

Novità dell’edizione 2016 sono due kermesse a tema storico-archeologico inedite per la città di Ravenna: la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Ravenna – Premio “O. Fioravanti”, organizzata da RavennAntica in collaborazione con Archeologia Viva e Rassegna del Cinema archeologico di Rovereto (dal 27 al 30 giugno) e il Cantalastoria Festival il 20 e 21 luglio sul romanzo storico d’autore, in collaborazione con la giornalista e divulgatrice Cinzia Dal Maso ed Archeostorie, che prevede incontri con gli autori, laboratori di scrittura e animazioni a tema.

Ci saranno inoltre collaborazioni ed iniziative realizzate con Cristina Rocca, Trail Romagna, l’Associazione Cantieri e il Gruppo Ravennate Archeologico (G.R.A.) ed anche un appuntamento prestigioso con il Ravenna Festival.
Confermate anche le visite guidate serali delle ore 19 e delle ore 21.

Il Museo Tamo, che ospiterà fino al 6 gennaio 2017 la mostra fotografica S.I.R.I.A., conferma la propria vocazione didattica, proponendo durante il periodo primaverile la fortunata rassegna Tamo for Kids, ricca di attività laboratoriali rivolte al pubblico dei più piccoli. Con una novità: tutte le domeniche, dal 13 marzo al 24 aprile, si svolgerà Caccia all’indizio, una divertente visita guidata all’interno del Museo. I mosaici forniranno gli indizi per completare il percorso di visita, utilizzando capacità di osservazione, memoria e spirito di squadra.

Non mancheranno le presentazioni di libri: giovedì 14 aprile Saturno Carnoli e Guido Pasi presenteranno Il nero e il rosso: due tessere nella storia di Ravenna in compagnia di Guido Ceroni e Paolo Racagni; giovedì 28 aprile sarà invece protagonista Andrea Augenti con Archeologia dell’Italia Medievale.

Infine, nel mese di maggio, tutti i mercoledì, tornano i Tamo MalfAttori con letture che spazieranno da Dante alla street art.

Riapertura primaverile anche per la Cripta Rasponi e i Giardini Pensili del Palazzo della Provincia:  sarà nuovamente possibile ammirare la splendida cripta, decorata con mosaici policromi a motivi ornamentali e con figure di animali, databili alla metà del VI secolo e provenienti dalla chiesa di San Severo, a Classe. Con l’arrivo delle calde giornate primaverili i turisti potranno tornare a passeggiare nei suggestivi giardini pensili che si affacciano su Piazza San Francesco e dallo splendido terrazzo godere della vista sulla zona dantesca. La Cripta e i Giardini pensili ospiteranno l’iniziativa I Giardini di Maggio.

  Da segnalare, infine, un’importante anticipazione della prossima apertura del Museo di Classe.

Il Mosaico dei Pugili, databile tra il I sec. a. C. e il I sec. d. C. e rinvenuto nell’area meridionale dello scavo che ha portato alla luce la Domus dei Tappeti di Pietra, è stato selezionato da Banca Intesa Sanpaolo per il progetto Restituzioni, volto al recupero, al restauro e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico italiano. Restaurato dal Laboratorio di Restauro del Mosaico di RavennAntica, il mosaico sarà presentato al pubblico il 31 marzo a Milano, presso le Gallerie d’Italia, sede della mostra Restituzioni 2016.
Nel mese di ottobre, a progetto concluso, il Mosaico dei Pugili sarà al centro di un evento realizzato a Ravenna, con Carlo Bertelli, in vista dell’esposizione al Museo di Classe.

Informazioni: www.ravennantica.it

 

Articolo pubblicato su http://www.ravennatoday.it/

Meraviglie segrete • 2016

Meraviglie segrete • 2016
Periodo di svolgimento: dal 07/05/2016 al 08/05/2016

Dopo il successo delle scorse edizioni, sabato 7 e domenica 8 maggio torna Meraviglie segrete: 75 giardini del territorio di Ravenna aprono le loro porte al pubblico con l’organizzazione di 27 eventi speciali e moltissime altre iniziative a contatto con la natura.

Un vero e proprio “tour all’aria aperta” per avvicinare tutti i partecipanti alla cultura e all’amore per il verde!

Per saperne di più clicca sul seguente link:

http://www.turismo.ra.it/ita/Eventi/Manifestazioni-e-iniziative/News/Meraviglie-segrete-%E2%80%A2-2016

Presi nella Rete equo solidale a km “0”

Giulia e Ruggero dicono che gli incontri non sono mai casuali. Sono d’accordo con loro e sono anche molto contento di averli conosciuti. Mi hanno raccontato qualcosa della loro associazione di promozione sociale “Presi nella rete”. Se siete curiosi come me andate a sbirciare nel loro sito:

presi nella rete

e magari se siete in zona Pavia andate a trovarli, vale la pena anche solo conoscerli.

Io invece spero di poterli ospitare nuovamente molto presto.

Bell’Italia a Ravenna: gastronomia regionale di qualità

Bell’Italia a Ravenna: gastronomia regionale di qualità nel weekend dal 18 al 20 marzo

Bell’Italia in Piazza del Popolo, meta dei golosi con tante prelibatezze tipiche italiane

Venerdì 18 marzo “Bell’Italia” inaugura, per la prima volta a Ravenna, la sua quarta tappa del 2016: un viaggio iniziato dieci anni fa alla scoperta dei sapori dei prodotti tipici provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Bell’Italia a Ravenna: gastronomia regionale di qualità nel weekend dal 18 al 20 marzo
Da venerdì a domenica 2Confesercenti e la società di organizzazione eventi Explicom, grazie alla compartecipazione del Comune di Ravenna, accompagneranno i ravennati e i turisti in un viaggio alla scoperta della cultura enogastronomica, delle tradizioni culinarie e alimentari di ogni città italiana. La manifestazione, giunta a Ravenna quest’anno per la prima edizione, ha l’obiettivo di promuovere la cultura enogastronomica italiana, trasformando Piazza del Popolo in un “unico, grande salone del gusto”. Attraverso, degustazioni, mostre mercato e spettacoli il pubblico diverrà il protagonista di questo viaggio alla scoperta della straordinaria ricchezza che conserva la produzione agro alimentare tipica delle regioni italiane.

“Confersercenti ha proposto all’Amministrazione comunale un evento che abbiamo accolto con favore – commenta Massimo Cameliani, assessore al Turismo e al Commercio del Comune – perchè riteniamo che la gastronomia e la vendita di prodotti, nonostante la crisi, attiri l’interesse di cittadini e turisti, che possono gustare i prodotti italiani. Negli stand troveremo infatti le produzioni di tutte le regioni, con coinvolgimento di aziende del territorio, come la Piadineria Denise e gli olii e i vini delle terre di Brisighella, la Ca’ de Vèn, la Taberna Boaria, la Terrazza Einaudi e il Due Dame. Si apre così la primavera di iniziative in centro a Ravenna, che contempla anche la Mostra mercato dell’antiquariato, per una città attiva e vivace”.

Anche Gianluca Gasperoni, presidente comunale di Confesercenti sottolinea come per l’associazione siano state principalmente due le linee guida seguite nella scelta e nelle modalità organizzative di questo appuntamento: “Da una parte abbiamo voluto perseguire la valorizzazione di quello che si sta sempre più rivelando un asset strategico nel panorama economico a livello commerciale e turistico, cioè la promozione dell’enogastronomia di qualità. Dall’altra abbiamo tenuto come sempre ben presente la necessità di un ritorno per le attività del centro storico. Per questo abbiamo pensato a iniziative specifiche di valorizzazione delle produzioni locali e al coinvolgimento di diversi ristoranti del centro, che in queste tre giornate prepareranno piatti ad hoc ideati con prodotti regionali presenti all’interno della manifestazione. Abbiamo bisogno di eventi di qualità che attraggano persone che poi possano comprare nella rete commerciale della città”.

Infine l’organizzatore, Davide Berton di Explicom illustra la filosofia del’evento, ovvero “riportare nei centri storici le tipicità che stanno scomparendo. I più grandi esportatori dei prodotti italiani oggi vengono da fuori. Quelli che troveremo in Piazza del Popolo sono prodotti difficilmente raggiungibili dalla grande distribuzione, per mantenere questa caratteristica invitiamo sempre nuovi produttori a partecipare, dando grande spazio alle tipicità regionali e ovviamente alla stagionalità“. Venerdì alle 10:45 si terrà l’inaugurazione ufficiale, con degustazioni che proseguiranno lungo tutto il fine settimana.

 Per info: www.bellitaliatour.com

Articolo pubblicato su http://www.ravennatoday.it/

Ravenna Musica 2016 – Gli appuntamenti del mese di Marzo

Ravenna Musica 2016
Teatro Dante Alighieri – via Mariani, 2
Date: 14/03/2016, 17/03/2016, 23/03/2016…
Orario: 20.30

Lunedì 14 marzoOrchestra di Padova e del Veneto
Marco Angius – direttore
Cristina Zavalloni – mezzosoprano
Giuseppe Verdi – Luisa Miller – Sinfonia
Luciano Berio – Folk Songs
Gustav Mahler – Sinfonia n. 1 (versione Stein)
Giovedì 17 marzo Patrizio Serino – violoncello
Anton Dressler – clarinetto
Boris Petrushansky – pianoforte
Ludwig van Beethoven – Trio in si bem. magg. op. 11
Johannes Brahms – Trio in la min. op. 114
Alexander Zemlinsky – Trio in re minore op. 3
Mercoledì 23 marzoSalzburg Chamber Soloists
Lavard Skou – Larsen
Wolfgang Amadeus Mozart – Sinfonia in sol magg. K.W 124
Franz Joseph Haydn – Sinfonia in mi minore n. 44
Ernest Chausson – Concerto per violino, pianoforte e orchestra d’archi op. 21

La stanza Azzurra

Finalmente abbiamo terminato i lavori nella nostra seconda stanza! Ed ecco quindi la stanza azzurra, che in realtà è composta da due camere complessivamente con tre posti letto (una ad uso doppia/matrimoniale e una ad uso singola) e bagno ad uso esclusivo; il tutto si affaccia sul nostro cortile interno e si presta a soddisfare tutte le esigenze dei nostri ospiti, dall’ospite singolo che può sfruttare angolo studio (in caso di soggiorno per lavoro) ed angolo relax, alla famiglia che può disporre delle due stanze per genitori e figli (è possibile aggiungere anche un quarto letto per un bimbo fino ai 12 anni), agli amici che possono optare per la soluzione dei tre letti singoli.

XVII^ MARATONA INTERNAZIONALE RAVENNA CITTA’ D’ARTE – 8 NOVEMBRE 2015

AL MOMENTO SONO 27 LE NAZIONALITÀ PRESENTI ALLA XVII MARATONA DI RAVENNA. QUATTRO ASSOCIAZIONI BENEFICHE ALL’EXPO MARATHON VILLAGE

world-flag-small3

La XVII Maratona internazionale Ravenna Città d’Arte va di moda all’estero. Sono, infatti, 27 le nazionalità (compresa quella italiana) a poco più di un mese dal via, che saranno rappresentate in città l’8 novembre. Per la prima volta correranno atleti che vengono da Israele, Slovenia, Svizzera, Norvegia, Cina, Hong Kong e Australia. Non mancherà un gruppetto made in Usa. Il maggior numero di corridori arriva dall’Europa, con Paesi che sono ormai una certezza. Tra i fedelissimi  ungheresi, polacchi, tedeschi, danesi, austriaci e francesi. Cresce anche il numero dei partecipanti della Repubblica Ceca, della Slovacchia, della Gran Bretagna, della Spagna e della Svezia. Si contano anche belgi, finlandesi, olandesi, rumeni, russi e ucraini e non vanno dimenticati i nostri vicini di casa di San Marino e gli isolani di Malta. Sicuramente quelli che faranno più chilometri sono gli australiani che hanno deciso di non perdersi la tre giorni organizzata da Ravenna Runners Club. Per la prima volta saranno rappresentati tutti i cinque continenti considerando che si aggiungeranno più avanti gli africani, che come ogni anno saranno i favoriti alla vittoria.

Per chi è ancora indeciso o non l’ha già fatto dal 1° ottobre scattano le nuove tariffe per iscriversi alle gare che resteranno in vigore fino al 3 novembre: maratona 42 euro e half marathon 27 euro.

Come ormai da due anni a questa parte la Maratona internazionale di Ravenna Città d’Arte tende una mano a chi ha più bisogno. Un euro della quota d’iscrizione viene devoluto in beneficenza a due associazioni: Mowat Wilson(una rara e grave malattia di origine genetica, attualmente senza cura e ancora poco diagnosticata che colpisce i bambini, che hanno difficoltà a deambulare e ad utilizzare le mani) e Famiglie Sma (atrofia muscolare spinale). Le due associazioni saranno presenti con materiale esplicativo e informativo all’Expo Marathon Village all’interno del Palazzo dei Congressi in largo Firenze, che sarà aperto venerdì 6 (dalle 14.30 alle 19) e sabato 7 (dalle 9.30 alle 19). All’interno dell’expo hanno voluto esserci anche l’Aic (associazione italiana per la lotta contro le cefalee) e Ravenna Ail (associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma)…

LA VOCE ALLE ASSOCIAZIONI

A Mowat Wilson l’anno scorso sono stati donati 3.000 euro. “L’associazione è nata nel 2009 quando fu diagnosticato il primo caso in Italia, dove in tutto se ne contano 30, ma sono in continua crescita.  La sede è a Reggio Emilia – afferma Silvia Marchesi che fa parte del direttivo -. Questa sindrome non rientra nemmeno nelle malattie rare visti i numeri bassissimi. Il nostro intento è fornire un supporto morale alle famiglie dei bambini affetti, inoltre ci occupiamo della raccolta fondi per autofinanziare le ricerche scientifiche. Il rapporto con la Maratona di Ravenna è nato da una mia idea, ho voluto coniugare i mie due grandi amori: mio figlio e la corsa. In Ravenna Runners Club abbiamo trovato due braccia amorose che ci hanno accolto e grazie a questa realtà ci conoscono in tanti. Per noi esserci è un’opportunità per farci vedere e spiegare chi siamo. Abbiamo pure realizzato delle maglie tecniche per podisti con il nostro logo e l’hashtag “io corro per voi” che saranno disponibili anche a Ravenna”.

Famiglie Sma era già presente nell’ultima edizione con uno stand ma quest’anno riceverà anche un dono dalla XVII Maratona internazionale Ravenna Città d’Arte. “La nostra associazione raccoglie i genitori con figli affetti da atrofia muscolare spinale – spiega Mariangela Talamo, delegata regionale -. Ci occupiamo di attività di formazione per i genitori, perché i nostri ragazzi hanno ventilatori e aspiratori. Puntiamo ovviamente anche sulla ricerca, 12 nostri ragazzi stanno sperimentando un farmaco americano. A Bologna abbiamo uno sportello smart che ci permette di dare informazioni. Il 4 ottobre saremo nelle piazze italiane con la campagna nazionale, è possibile fare una donazione inviando un sms o chiamando da fisso al 45508. Per noi essere a Ravenna è un modo per farci conoscere il più possibile”.

L’Aic è una novità, ma con Ravenna Runners Club è già nata una collaborazione quest’estate. “Sarà l’occasione per sensibilizzare la terza edizione di “Scatta in testa” che si svolgerà il 9 luglio 2016 a Cervia – rivela il presidente dell’associazione Piero Barbanti -. Cosa centra la nostra associazione contro la lotta alle cefalee con lo sport? L’attività sportiva aerobica è uno strumento essenziale per la salute neurologica del soggetto che soffre di cefalea. Questo tipo di attività libera i neurotrofici BDNF che facilitano le connessioni nervose tra i vari neuroni, migliora dunque la trasmissione nervosa. Inoltre lo sport è un eccellente rimedio antistress: la testa scatta indietro e lascia spazio al corpo, il cervello viene alleggerito della sue responsabilità. Abbiamo pensato alla corsa, perché è praticabile da tutti e non richiede nulla se non delle scarpe da ginnastica. E’ un’attività che ti seduce e porta un break benefico. Abbiamo scelto la Maratona di Ravenna perché siamo in una regione di elevata socialità e convivialità. Lo scopo dell’Aic è difendere i diritti di chi soffre di cefalea e sensibilizzare sul tema attraverso iniziative benefiche”.

Prima assoluta anche per Ravenna Ail. “Per noi è un’opportunità per dare visibilità all’associazione – commenta il neo presidente Alfonso Zaccaria, ex primario di ematologia dell’ospedale di Ravenna -. Attualmente portiamo avanti quattro progetti: l’aggiornamento di medici e infermieri, la ricerca clinica finanziando 3 data manager che seguono studi clinici, nazionali e internazionali che valutano nuovi farmaci, l’assistenza domiciliare dei pazienti con malattia avanzata e l’assistenza mattutina ai pazienti ricoverati in ematologia, per piccole necessità personali. Questa attività è supportata anche dall’aiuto di una psicologa. Si prevede di estendere il supporto psicologico anche ai parenti dei pazienti e di assumere un infermiere dedicato alla gestione dei protocolli clinici. I nostri volontari saranno presenti alla maratona e distribuiranno volantini. Se riusciremo anche a raccogliere un po’ di fondi per i nostri progetti sarà molto positivo”.

Articolo pubblicato su www.maratonadiravenna.com