Street Food con contorno di musica ai Giardini

I migliori food truck d’Italia ai Giardini Pubblici di Ravenna per una cinque giorni da leccarsi i baffi. Manca ormai poco all’appuntamento con 48122 Ravenna Street Festival, la manifestazione organizzata da SGP Events, in collaborazione con il Comune di Ravenna e Chalet Ravenna  e dedicata al cibo da strada. Da venerdì 27 aprile a martedì 1°maggio, immersi nel verde del parco cittadino, in Viale Santi Baldini, 4, sarà possibile gustare le prelibatezze della tradizione gastronomica di strada italiana e straniera, preparate sul momento da coloratissimi camioncini, vere e proprie cucine itineranti.

Le specialità. Hamburger di chianina, arrosticini, olive all’ascolana: è solo un assaggio di ciò che si potrà trovare al 48122 Ravenna Street Festival, tempio della cucina di strada di qualità. Sì, perché mangiare un buon panino mentre si ascolta musica e si chiacchiera con gli amici o in famiglia, non è sinonimo di fast food. Al contrario, i food truck usano prodotti genuini, freschi, biologici e spesso a km 0, con un’attenzione particolare per la qualità e il territorio di provenienza. Oltre ai classici dello street food già elencati, si potranno assaggiare straordinari piatti tipici regionali, come le bombette di Martina Franca,  le tigelle, la polenta fritta, i risotti,  pane e panelle siciliane o le specialità estere come il sushi e la cucina giapponese, il brisket texano o la gustosa cucina balcanica.

Insomma, dei veri capolavori gourmet, che non mancheranno di deliziare anche i palati più fini. Ampia anche la scelta dedicata a vegetariani e vegani, con truck specializzati in piatti a base di verdura, o agli intolleranti, che potranno soddisfare le proprie esigenze con i risotti o la polenta. Per terminare il pasto nel migliore dei modi tanti dolci particolari come le ciliegie fritte o i dolci alla canapa, o i classici tiramisù, cheesecake e gelato alla piastra. A completamento dell’offerta, truck dedicati spilleranno birre di varie tipologie, anche senza glutine. Sapori e profumi vicini e lontani, che sanno di casa e di esotico: l’importante è assaporare, divertendosi.

La scelta della location non è casuale, ma risponde ad una “Mission” speciale e a un obiettivo preciso; riconsegnare alla cittadinanza e ai visitatori un’area verde bella e storica come i Giardini Pubblici, conviviale e bucolica, perfetto punto di incontro per giovani ma anche per famiglie con bambini, coppie e amici a quattro zampe.

Gli eventi. Anche la musica sarà protagonista con la filodiffusione dello Street Festival per tutti i cinque giorni e con il concerto organizzato dalla Cgil, Cisl, Uil dei B.B. Soul Band, martedì 1° maggio dalle 16. La band fondata nel 2013 dalla bravissima cantante/musicista bolognese Valeria Burzi, riunisce sul palco 8 elementi,  per un potentissimo sound rhytm&blues. Il repertorio proposto include classici del soul e del R&B, ma anche un canzoni italiane come quelle di Pino Daniele ma anche Luigi Tenco.
Il concept. Una filosofia racchiusa in un’immagine, un simbolo, unico e inimitabile. Street Festival celebra la strada, che diventa così spazio per socializzare, espressione di un territorio, anch’esso unico e inimitabile. Proprio il territorio è l’elemento da cui si parte per creare il simbolo: dalla griglia urbanistica della città in cui si svolge l’evento vengono estrapolati quadranti, che saranno poi associati ciascuno ad un numero. E’ il Cap della città stessa a stabilire quantità e composizione dei quadranti, che formeranno l’immagine, il simbolo, che identifica la città e il suo evento.

Orari: venerdì dalle 18 alle 24; sabato e domenica, lunedì e martedì dalle 12 alle 24
Ingresso gratuito

 

Articolo pubblicato su www.ravennatoday.it

La Notte d’Oro raddoppia: un appuntamento anche in primavera

La Notte d’Oro raddoppia e diventa Notte d’Oro Primavera: come già annunciato, in attesa del consueto appuntamento di ottobre, la città resterà “accesa” tutta la notte anche il 21 aprile. Turisti e cittadini potranno fare la spola tra i luoghi più suggestivi, per ammirare mostre, seguire proiezioni e incontri: filo conduttore il tema della fotografia. In questi giorni si stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli del programma, già definito nelle sue linee principali.

“Abbiamo pensato a questo ulteriore appuntamento con la Notte d’Oro – dichiara l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – perché siamo convinti che possa rendere ancora più vivace e attrattiva la città, offrire nuove opportunità agli operatori del centro storico e generare tanta creatività. La data, alla luce del felice connubio tra la scorsa Notte d’Oro e la Biennale del Mosaico, è stata scelta guardando alla mostra di Alex Majoli al Mar e anche al ponte del 25 aprile. E’ ovvio che il principale attrattore della città sia rappresentato dagli otto monumenti Unesco e dagli altri preziosi siti culturali di Ravenna, ma organizzare eventi e iniziative di questo tipo può senz’altro dare una motivazione in più a chi decide di passare un fine settimana in una città d’arte”.

Alle 22.45 piazza del Popolo ospiterà il concerto gratuito di Lodovica Comello e Giovanni Caccamo, preceduto, dalle 18, da un dj set e dalla proiezione dei videoclip Il Pescatore (Fabrizio De Andrè) e Mastro Geppetto (Edoardo Bennato). Il Museo d’arte della città proporrà alle 18 una conversazione sulla fotografia con Claudio Vitale e Marco Giugliarelli; fino alle 22 la mostra Andante di Alex Majoli; in programma anche un concerto degli allievi dell’istituto Verdi.

Alla biblioteca Classense alle 19 sarà inaugurata la mostra Footage di Leonardo Goni; nello scalone dell’aula magna ci sarà un set fotografico a cura di Gabriele Pezzi.
Sempre alla Classense (Manichetta della Manica Lunga) in collaborazione con SiFest – Savignano Immagini Festival la Notte d’Oro Primavera ospiterà la mostra Terra e uomini. Tra memoria e sentimento di Pier Paolo Zani. L’inaugurazione è in programma alle 19; la mostra resterà aperta fino al 29 aprile. Inoltre, in collaborazione con SiFest saranno installate a Palazzo Rasponi dalle Teste e nel chiostro di ingresso della biblioteca Classense due cabine interattive Spring Snapshot per foto istantanee da Ravenna (dal 21 aprile al 7 maggio). Il pubblico sarà invitato a lasciare una delle due copie di foto rilasciate dal sistema su una parete che man mano si riempirà sempre più di fotografie, fino a diventare una vera e propria installazione.
Nella sala multimediale dei Chiostri Francescani dalle 19.30 alle 23 sarà proiettato il cortometraggio Intercity, regia di Silvia Bigi, dedicato all’opera di Raffaello Baldini.
Palazzo Rasponi 2 ospiterà la mostra fotografica Dei Paesi di Pio De Rose.
A Palazzo Rasponi dalle Teste la Notte d’Oro Primavera comincerà alle 20, con la premiazione dei vincitori della maratona fotografica #arRAngiati. E dalle 21.30 il circolo del cinema Sogni proporrà nel salone nobile la proiezione del documentario Acqua e Zucchero. Carlo di Palma I colori della vita, accompagnata da un intervento del direttore della fotografia Roberto Cimatti.

Articolo pubblicato su www.ravennatoday.it

Sito ufficiale Notte d’Oro Ravenna: www.nottedoro.it

Dopo il rinvio per il maltempo inaugura la ruota panoramica in Darsena

La presenza della ruota panoramica costituirà occasione per tutti gli appassionati di fotografia digitale per immortalare dall’alto la città grazie al progetto Instagram #RavennaSkyLine

Dopo il rinvio dovuto al maltempo, mercoledì 21 marzo alle 16 alla Darsena di città si inaugura l’apertura della ruota panoramica installata per il secondo anno consecutivo.

La ruota, che consentirà di ammirare dall’alto il canale Candiano, proponendo uno sguardo inconsueto sullo skyline del centro storico, sarà in funzione fino al 6 maggio. L’attrazione, che al momento è in Italia la più grande ruota semi-movibile, è alta 40 metri e si compone di 20 gondole (più una speciale per persone disabili) con una capacità massima di 127 persone. L’attrazione sarà aperta nei giorni prefestivi e festivi dalle 10 alle 24 con orario continuato; tutti gli altri giorni dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 20. I biglietti saranno venduti al prezzo di 5 euro (ridotti 4 euro). Anche quest’anno la presenza della ruota panoramica costituirà occasione per tutti gli appassionati di fotografia digitale per immortalare dall’alto la città grazie al progetto Instagram #RavennaSkyLine – Fotografa Ravenna dall’alto.

Articolo pubblicato su www.ravennatoday.it

 

 

Mirabilandia: Il parco divertimenti si amplia e riapre con nuovi spettacoli

 

Il parco divertimenti si amplia e riapre con nuovi spettacoli

Riapre i propri cancelli giovedì 29 marzo Mirabilandia, il parco divertimenti alle porte di Ravenna. Novità per quanto riguarda gli spettacoli con Otto l’Esploratore, Peter Punk e Mirabilandia the Movie; continua poi l’appuntamento con Sfida a Hot Wheels City, lo stunt show che culmina con il giro della morte più alto del mondo.

 

Per la stagione 2018 è inoltre in programma un fitto calendario di eventi, tra cui la Festa delle scuole il 9 giugno con il coinvolgimento di alcuni dj, la Notte Rosa del 7 luglio, la Festa di compleanno del parco del 28 luglio e il Summer Party del 25 agosto. In autunno continua poi l’Oktoberfest di Halloween, fino ad arrivare al Natale che il parco ripropone per la seconda edizione. Verrà anche ampliato Mirabeach, il parco acquatico di Mirabilandia.

Articolo pubblicato su www.ravennatoday.it

 

Ecco la nuova medaglia in mosaico di Anna Fietta, solo per chi corre a Ravenna

Presentata la versione 2018 del gioiello che caratterizza la Maratona “Città d’arte”

Medaglia Anna FiettaPrimo passo ufficiale verso la Maratona di Ravenna Città d’Arte 2018. È stata presentata la medaglia ufficiale che finirà al collo dei finisher della manifestazione. Una medaglia, anzi un vero e proprio gioiello realizzato a mano, che ancora una volta è stata creata da Anna Fietta nel laboratorio del centro di Ravenna.

La medaglia 2018, che rappresenta uno dei tratti caratteristici e fondamentali del grande evento sportivo ravennate programmato quest’anno per domenica 11 novembre, si ispira a un’immagine dei mosaici di San Vitale che rappresenta l’ostensione del sole fonte di luce, vita e calore, ovvero la Trinità. Il colore predominante è il rosso, legato concettualmente al calore e all’energia e la medaglia sarà realizzata anche quest’anno in tre diverse versioni per i partecipanti della Good Morning Ravenna, la gara non competitiva di 10 km, oltre che per i runner della Mezza Maratona e Maratona. Tra i segni distintivi, la medaglia di dimensioni maggiori, quella riservata ai maratoneti della 42km, ha incastonato nel centro un tassello di metallo con XX inciso, a evidenziare il traguardo della 20esima edizione della manifestazione.

MEDAGLIE MARATONA DI RAVENNA 2018 Maratona Half Marathon 10.5kmUn premio che non ha eguali nell’universo dei runner e che richiama in Romagna migliaia di appassionati a caccia di questo autentico pezzo pregiato, unico al mondo. «Ogni anno quando vedo la nuova medaglia – spiega Stefano Righini, presidente di Ravenna Runner Club, società organizzatrice della Maratona – mi sembra sempre più bella. La medaglia è qualcosa di veramente unico che ci caratterizza nel mondo e per questo ne possiamo andare veramente orgogliosi».

Anche quest’anno, la medaglia sarà esposta nei prossimi mesi nelle vetrine di negozi ed esercizi commerciali che ne faranno richiesta. E potrà essere ammirato in numerose manifestazioni sportive, italiane ed estere, alle quali Ravenna Runner Club prenderà parte per promuovere la gara di Ravenna.

Articolo pubblicato su www.ravennaedintorni.it

Ravenna Festival si avvicina: dall’8 febbraio i nuovi abbonamenti e il rinnovo dei carnet open

Ravenna Festival si avvicina: dall’8 febbraio i nuovi abbonamenti e il rinnovo dei carnet open

Riccardo Muti

7 gli spettacoli in abbonamento per l’edizione 2018 di Ravenna Festival, con sei concerti più il musical firmato Cole Porter, mentre i Carnet Open regalano l’opportunità di scegliere da quattro a otto eventi in programma quest’estate fra il 1 giugno e il 22 luglio. L’appuntamento è alla Biglietteria del Teatro Alighieri giovedì 8 febbraio: a partire da domani sarà possibile acquistare i nuovi abbonamenti, mentre chi aveva sottoscritto un Carnet Open nel 2017 potrà acquistare quello 2018 in prevendita (i nuovi carnet saranno invece disponibili da giovedì 8 marzo).

L’ABBONAMENTO

La sottoscrizione dell’abbonamento a Ravenna Festival 2018 (da 85 a 545 euro a seconda del settore) offre la possibilità di assistere ad alcuni dei più importanti appuntamenti del programma estivo: Kiss Me, Kate creato da uno dei grandi del musical americano (7 e 9 giugno), ma anche la sinfonica con Valery Gergiev (8 giugno), l’inglese Wayne Marshall (4 giugno), gli statunitensi Dennis Russell Davies e James Conlon (rispettivamente 16 giugno e 7 luglio), e naturalmente Riccardo Muti, per l’appuntamento Le Vie dell’Amicizia il 3 luglio. Sempre diretto da Muti il Macbeth in forma di concerto, con l’Orchestra del Maggio Fiorentino e un cast vocale di grande calibro, il 15 luglio. Sul palco anche l’Orchestra di San Pietroburgo – con Gergiev – e l’Orchestra Nazionale RAI – con Conlon – oltre all’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini protagonista degli altri tre appuntamenti. A chi sottoscrive l’abbonamento è garantito, oltre a un significativo risparmio, lo stesso posto per tutti gli spettacoli e può rinnovarlo in prevendita l’anno successivo.

IL CARNET OPEN

Il Carnet Open – disponibile per 4, 6 o 8 spettacoli e assicurando una riduzione rispettivamente del 10, 15 o 20 per cento sul prezzo dei biglietti – consente invece di scegliere liberamente fra i numerosi eventi dell’intenso programma (esclusi “Roberto Bolle and Friends” e il “Concerto Trekking”), per un posto in qualsiasi settore, anche diverso per i diversi spettacoli. Da giovedì 8 sarà possibile l’acquisto solo per chi è già stato titolare di carnet nel 2017, per tutti gli altri la vendita partirà dall’8 marzoassieme alle prevendite dei singoli spettacoli.

INFO: 0544 249244 – www.ravennafestival.org

Articolo pubblicato su www.ravennanotizie.it

HAPPY LOVERS TOUR – VISITA GUIDATA A RAVENNA CON APERITIVO

Ravenna Incoming Convention & Visitors Bureau

 

HAPPY LOVERS TOUR – VISITA GUIDATA A RAVENNA CON APERITIVO
14,15,16,17 febbraio 2018 dalle 17.00 in centro storico a RAVENNA

Happy Lovers
A RAVENNA, all’ombra dei pini, tra le acque salmastre e l’oro brillante è facile perder la testa.

Vi portiamo nei luoghi dove i ravennati hanno Amato e dove hanno creduto di farlo.

Il tour porta fortuna ai single e stuzzica gli innamorati!

 

PARLEREMO

  • dell’amore extraconiugale tra Lord Byron e Teresa Gamba,
  • dell’amore che vince su tutto di Paolo Malatesta e Francesca da Polenta
  • dell’amore disinteressato per il bene dei bambini della contessa Gugù Rasponi
  • della statua che fa innamorar le donne.
  • e di tanto altro

COSTI
12 € a persona
20 € se vieni in coppia!

L’itinerario
Amor ch’al cor gentil
Dove: Piazza San Francesco
Parleremo di: Dante e Beatrice, e di Paolo e Francesca.
Cosa vedremo: la zona Dantesca e il quadriarco del Braccioforte

Amor Sacro e Amor Profano
Dove: Biblioteca Classense
Parleremo di: nozze di Cana, Lord Byron e Teresa Gamba
Cosa vedremo: Il primo chiostro della biblioteca classense e l’antico refettorio

Oh mia patria si bella e perduta
Piazza Garibaldi parleremo di: Anita e Giuseppe Garibaldi
Cosa vedremo :Dettagli sottili del monumento all’eroe.

Vola pensiero mio
Piazzetta unità d’Italia (già delle carceri) è una sorpresa…

Tu tu piccolo iddio, amore amore mio…..
Piazza del Popolo
Parleremo di: Gugù Rasponi
Cosa vedremo : Palazzo Rasponi dal sale e due amanti felici.

Devi dirmi di si!
Casa Traversari.
Parleremo di Nastagio degli Onesti
Cosa Vedremo: Una delle più interessanti case medievali cittadine

L’amore che a letto si fa…
Piazza Galla Placidia
Parleremo di Teodora, la sua professione e suo marito, e Galla Placidia

A seguire, apertivo Al Fresco
Info e prenotazioni
RAVENNA INCOMING c/o I.A.T. RAVENNA
Piazza San Francesco, 7 – Ravenna Tel. 0544 – 35404 / 48 28 38
Email: visiteguidate@ravennaincoming.it
Orario: feriali 8.30-18.00, festivi 10-16

Tutte le visite guidate prevedono la PRENOTAZIONE ANTICIPATA e OBBLIGATORIA, in quanto verranno confermate al raggiungimento di un numero minimo di adesioni e fino ad esaurimento posti disponibili.
PUNTO D’INCONTRO e PAGAMENTO: da 20 minuti prima dell’orario della visita guidata, c/o IAT RAVENNA – Piazza San Francesco, 7 – Ravenna

Articolo pubblicato da RAVENNA INCOMING

Apre la sezione ravennate della Biennale di incisione dedicata a Giuseppe Maestri

Il calendario degli eventi parte sabato 20 gennaio. Opere in mostra fino al 18 marzo

Biennale Incisione Ed. 2015

La Biennale a Bagnacavallo

Dopo l’apertura del 16 dicembre della seconda edizione della Biennale di incisione “Giuseppe Maestri” al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo , il 20 gennaio si apre nelle sedi della biblioteca Classense e del Mar – Museo d’Arte della città la sezione ravennate della manifestazione artistica nazionale dedicata all’incisore e torcoliere Giuseppe Maestri, figura di spicco dell’ambiente culturale cittadino scomparso alcuni anni fa.

Il calendario degli eventi previsti a Ravenna si apre sabato 20 gennaio alle 11.30 alla Biblioteca Classense di Ravenna, dove negli spazi del “corridoio grande” avrà luogo l’inaugurazione della mostra L’opera grafica di Cristiano Vettore. Si tratta di un omaggio ad uno dei più promettenti artisti della nuova generazione di incisori, vincitore nel 2015 del 1° Premio per giovani incisori di Bagnacavallo. La mostra raccoglie una cinquantina di opere grafiche che ben rappresentano la sofisticata ricerca artistica di Vettore, che si traduce in un percorso immaginifico spinto fino al confine tra descrittività naturalistica e surreale.

Nel pomeriggio, alle 17, la Biennale entra nel vivo con l’apertura, al Museo d’Arte della Città di Ravenna, dell’evento principale, il Premio di incisione «Giuseppe Maestri» | Ravenna #2017. Nelle sale del museo ravennate sono presentate le opere realizzate appositamente per la Biennale da una trentina di artisti ritenuti dal Comitato scientifico tra i più significativi attualmente in attività in Italia. Nell’occasione si svolgerà la cerimonia di assegnazione dei premi e dei riconoscimenti previsti dalla Biennale, che vedrà protagonisti Tano Santoro, vincitore di questa edizione del Premio di incisione «Giuseppe Maestri», ed Agim Sako, vincitore del Premio per giovani incisori | Bagnacavallo 2017.

Sempre legate alla Biennale, gli organizzatori ricordano che al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo sono allestite dal dicembre scorso, fino a domenica 18 marzo, altre due mostre dedicate alla grafica artistica: il Premio per giovani incisori | Bagnacavallo #2017, che con l’esposizione di circa cinquanta opere offre un interessante panorama sugli orientamenti più recenti della grafica d’arte presso le nuove generazioni di artisti, e La donazione Zunica. Opere di Virgilio Guidi, Ernesto Treccani, Tono Zancanaro e altri maestri del ‘900, con più di sessanta preziose opere incisorie recentemente acquisite dal Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo.

Tutte le mostre previste dalla Biennale, a Bagnacavallo e a Ravenna, rimarranno aperte, secondo i normali orari di apertura delle istituzioni ospitanti, fino a domenica 18 marzo.

Articolo pubblicato su www.ravennaedintorni.it

Aprirà presto al pubblico il Salone dei Mosaici della Casa del Mutilato a Ravenna, gestione Bucci

Aprirà presto al pubblico il Salone dei Mosaici della Casa del Mutilato a Ravenna, gestione Bucci

Gli studenti racconteranno agli ospiti la storia e l’importanza dei mosaici esposti nel Salone

Questo spazio cittadino diventerà una sorta di Museo con servizi aggiunti grazie al progetto che coinvolge alcuni studenti delle facoltà di Lettere e Beni Culturali del Campus di Ravenna

Vedrà, a breve, l’apertura al pubblico il Salone dei Mosaici della Casa del Mutilato, recentemente acquisito da Maurizio Bucci: un passo necessario per dare spazio e luce a questo luogo “dimenticato” che ospita bei mosaici parietali del ‘900. Ma la grande novità della gestione Bucci è quella di inserire alcuni giovani dei diversi corsi di studi della facoltà di Lettere e Beni Culturali del Campus di Ravenna, al progetto che farà del Salone dei Mosaici una sorta di Museo con servizi aggiunti.

Grazie alla predisposizione e preparazione culturale, gli studenti racconteranno la storia e l’importanza dei bellissimi mosaici esposti, interagendo direttamente con gli ospiti durante il servizio del pranzo o della sala da tè. Un modo nuovo e innovativo per il rilancio di siti di importanza internazionale della nostra città affinché sempre di più cultura e turismo possano essere il volano e il rilancio per l’economia cittadina.

L’apertura del Salone dei Mosaici è prevista nel mese di febbraio.

Articolo pubblicato su www.ravennanotizie.it

La Biennale di incisione “Giuseppe Maestri” a Ravenna con le opere di 30 artisti italiani

La Biennale di incisione "Giuseppe Maestri" a Ravenna con le opere di 30 artisti italiani

Biennale di incisione “Giuseppe Maestri”

Da sabato 20 gennaio, e fino a domenica 18 marzo, al Mar e alla biblioteca Classense

Dopo l’apertura del 16 dicembre presso il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo della seconda edizione dellaBiennale di incisione “Giuseppe Maestri”, domani, sabato 20 gennaio, si apre nelle sedi della Biblioteca Classense e del MAR – Museo d’Arte della città la sezione ravennate della manifestazione artistica nazionale dedicata all’incisore e torcoliere Giuseppe Maestri, figura di spicco dell’ambiente culturale cittadino scomparso alcuni anni fa.

Il calendario degli eventi previsti in città si apre sabato 20 gennaio alle 11.30 alla Biblioteca Classense di Ravenna, dove negli spazi del “corridoio grande” avrà luogo l’inaugurazione della mostra “L’opera grafica” di Cristiano Vettore. Si tratta di un omaggio ad uno dei più promettenti artisti della nuova generazione di incisori, vincitore nel 2015 del 1° Premio per giovani incisori di Bagnacavallo. La mostra raccoglie una cinquantina di opere grafiche che ben rappresentano la sofisticata ricerca artistica di Vettore, che si traduce in un percorso immaginifico spinto fino al confine tra descrittività naturalistica e surreale. Tra paesaggi aperti e digradanti e sublimi silenzi, si insinua nei suoi lavori un racconto intimo fatto di presenze sussurrate, misteriose, che si fanno vivide e tangibili nell’animo dell’artista veneziano.

Nel pomeriggio, alle 17, la Biennale entra nel vivo con l’apertura, presso il Museo d’Arte della Città di Ravenna, dell’evento principale, il Premio di incisione «Giuseppe Maestri» | Ravenna #2017. Nelle sale del museo ravennate sono presentate le opere realizzate appositamente per la Biennale da una trentina di artisti ritenuti dal Comitato scientifico tra i più significativi attualmente in attività in Italia. Nell’occasione si svolgerà la cerimonia di assegnazione dei premi e dei riconoscimenti previsti dalla Biennale, che vedrà protagonisti Tano Santoro, vincitore di questa edizione del Premio di incisione «Giuseppe Maestri», ed Agim Sako, vincitore del Premio per giovani incisori | Bagnacavallo 2017.

Sempre legate alla Biennale ricordiamo che al Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo sono allestite dal dicembre scorso, fino a domenica 18 marzo, altre due mostre dedicate alla grafica artistica: il Premio per giovani incisori | Bagnacavallo #2017, che con l’esposizione di circa cinquanta opere offre un interessante panorama sugli orientamenti più recenti della grafica d’arte presso le nuove generazioni di artisti, e La donazione Zunica. Opere di Virgilio GuidiErnesto Treccani, Tono Zancanaro e altri maestri del ‘900, con più di sessanta preziose opere incisorie recentemente acquisite dal Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo.

La Biennale di incisione “Giuseppe Maestri”, organizzata dal Comune di Bagnacavallo in collaborazione con il Comune di Ravenna, è una manifestazione che intende valorizzare un linguaggio artistico di grande tradizione, tecnicamente sofisticato e ricco di grandi potenzialità espressive, come l’incisione, stimolando la realizzazione di opere incisorie aperte alle nuove sensibilità del contemporaneo, anche attraverso una particolare attenzione al lavoro dei giovani artisti. La Biennale, patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Provincia di Ravenna, beneficia del contributo dell’IBC Emilia-Romagna e del sostegno dei partner principali della manifestazione: Cna Provinciale e Grafiche Morandi.

Il comitato scientifico è composto da Ermes Bajoni (incisore e collaboratore del Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo), Marzia Faietti (coordinatrice Dipartimento Educazione e Ricerca e del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi), Diego Galizzi (direttore del Museo Civico delle Cappuccine) e Maurizio Tarantino (direttore dell’Istituzione Biblioteca Classense e del Museo d’Arte della Città di Ravenna).

Tutte le mostre previste dalla Biennale, a Bagnacavallo e a Ravenna, rimarranno aperte, secondo i normali orari di apertura delle istituzioni ospitanti, fino adomenica 18 marzo 2018.

Articolo pubblicato su www.ravennanotizie.it